Contatti aziendali

OPS S.r.l.
corso di Porta Vittoria, 47
20122 Milano
Tel. 02.40705812 (6 linee R.A.)formazione generale lavoratori

Eroghiamo corsi in aula a Milano e Roma ed in azienda su tutto il territorio nazionale.


Il corso aggiornamento RLS

Collegamenti veloci: vai al I nostri servizi relativi ai corsi di formazione per la sicurezza sul lavoro.

Il corso aggiornamento RLS è un obbligo imposto ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza dalla vigente normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

La sua durata dipende dal numero di lavoratori presenti in azienda: sarà di quattro ore per tutte quelle attività lavorative che occupano tra i 15 e 50 lavoratori, mentre per le aziende con oltre 50 dipendenti durerà il doppio, cioè otto ore.

Questo tipo di percorso formativo deve essere poi, secondo quanto previsto sempre dalla legge, ripetuto con una frequenza almeno annuale. Particolari tipologie di contratti nazionali prevedono aggiornamenti, anche, di una durata diversa da quella indicata.

Il corso aggiornamento RLS, in caso di aziende che occupano meno di 15 lavoratori, non è obbligatorio, ma deve essere ripetuto in relazione all’evoluzione dei rischi e all’insorgere di altri nuovi. Per quanto riguarda i contenuti da trattare durante la durata di questo tipo di percorso formativo, la normativa in vigore non sembra dare alcuna indicazione.

Motivo per cui, è logico pensare che tocchi al datore di lavoro e allo stesso Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza stabilire cosa sia necessario sapere o meno. Sicuramente è doveroso fornire informazioni utili sulla valutazione dei rischi e sui fattori di rischio emersi dalla stessa. Naturalmente il corso aggiornamento RLS deve essere seguito solo dai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza che già hanno partecipato al corso base di 32 ore e che sono in possesso del regolare attestato di formazione. Frequentarne uno con cadenza periodica, almeno annuale, serve a fare in modo che tale figura aziendale possa essere al passo con le disposizioni e le ultime linee guide in materia di sicurezza sul lavoro, in particolare sulle ultime tecniche di controllo e prevenzione dei rischi.

D’altra parte il suo ruolo è importante, perché portavoce dei lavoratori nella gestione della sicurezza in azienda. Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza può essere di tre generi: aziende, quando eletto all’interno di una determinata azienda, territoriale (laddove manca quello aziendale, è individuato per più aziende nell’ambito territoriale) oppure di un certo tipo di sito produttivo. Quest’ultimo tipo di RLS si trova, ad esempio, nei porti, nelle sedi di autorità portuali e in quelli marittimi, negli impianti siderurgici, nei cantieri con almeno 30.000 uomini-giorno e nei contesti produttivi con complesse problematiche, legate alle interferenze delle lavorazioni o da un numero totale di addetti che mediamente operano nell’area superiore a 500.

Nelle aziende o unità produttive con più di 15 lavoratori, il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza è eletto o designato dai lavoratori nell’ambito delle rappresentanze sindacali in azienda. In assenza di queste, secondo quanto disposto dalla normativa in vigore in materia di sicurezza sul lavoro, l’RLS è eletto dai lavoratori dall’azienda al loro interno.  

Sconto 20% compilando il modulo

RICHIEDI UN PREVENTIVO!