Contatti aziendali

OPS S.r.l.
corso di Porta Vittoria, 47
20122 Milano
Tel. 02.40705812 (6 linee R.A.)formazione generale lavoratori

Eroghiamo corsi in aula a Milano e Roma ed in azienda su tutto il territorio nazionale.


Il DUVRI – Documento Unico di Valutazione del Rischio di Interferenza

Collegamenti veloci: vai al I nostri servizi per la sicurezza sul lavoro.

Il DUVRI è il Documento Unico di Valutazione del Rischio di Interferenza, cioè quello strumento che utilizza un committente per individuare e valutare i rischi generati all’interno dei suoi ambienti dalla contemporanea esecuzione dei lavori a opera di appaltatori. Secondo la normativa in vigore in materia di sicurezza sul lavoro, durante la valutazione dei rischi aziendali occorre prendere in considerazione pure quelli interferenziali, ovvero generati da un’interferenza, intendendo per questa la circostanza in cui avviene un “contatto rischioso” tra il personale del committente e quello dell’appaltatore o tra quello di imprese diverse che operano nella stessa sede con contratti differenti.

Il DUVRI, con la precisione, compare nell’art. 26 del decreto legislativo 81/2008. Gli obiettivi di questo documento sono in poche parole due: promuovere la cooperazione e il coordinamento tra committente e società appaltatrice, attraverso l’indicazione delle misure necessarie per gestire i relativi rischi, e fornire alle imprese appaltatrici, in maniera tale che possano informare correttamente i propri lavoratori, dettagliate informazioni sui rischi che possono correre negli ambienti in cui devono andare a lavorare, oltre che sulle misure di prevenzione e di emergenza da adottare in base al tipo di attività svolta. Occorre redigerlo solo nei casi in cui esistono delle interferenze.

Il DUVRI può non essere elaborato nei casi di mera fornitura senza installazione, di servizi per i quali non è prevista l’esecuzione all’interno della stazione appaltante e di servizi di natura intellettuale, anche se fatti presso la stazione appaltante. In ogni caso, in questo documento non devono essere mai riportati i rischi propri delle attività delle singole imprese appaltatrici o dei singoli lavoratori autonomi. Per questi rimane sempre l’obbligo, imposto dall’attuale normativa in materia di sicurezza sul lavoro, di redigere un apposito Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e, di provvedere ad attuare le misure necessarie per prevenire e proteggersi da questi stessi rischi.

Il Documento Unico di Valutazione del Rischio di Interferenza è specifico per ogni singolo appalto e deve: indicare con chiarezza l’identificazione e la descrizione dell’opera; individuare specificatamente i soggetti con i compiti di sicurezza; individuare, analizzare e valutare i rischi; riportare le scelte progettuali e organizzative, oltre che le fasi di lavoro da eseguire, e individuare eventuali possibili interferenze. Inoltre, in esso devono essere riportate dettagliatamente le misure preventive e protettive, come pure le misure di coordinamento e cooperazione, adottate; le procedure attuative per la gestione delle emergenze; il cronoprogramma (cioè la durata prevista per le lavorazioni) e una stima riguardo i costi sulla sicurezza. Si tratta di un documento piuttosto “dinamico”. Deve, infatti, essere necessariamente aggiornato in caso di situazioni mutate, di modifiche di carattere tecnico, logistico e organizzativo, e ogni volta che, in fase di esecuzione del contratto, ne possa emergere la necessità.

Sconto 20% compilando il modulo

RICHIEDI UN PREVENTIVO!